Tra Capodanno e l’Epifania qualcuno a corto di idee su come passare le giornate di festa, ha pensato bene di impiegare inutilmente il proprio tempo a spese della collettività. Solo da settembre si sono ultimati i lavori di sistemazione dell’area adibita ad orto presso il quartiere Sacra Famiglia, con il progetto la Nuova Agorà. E già qualche imbecille pensa che si possa disporre del bene pubblico a proprio piacimento. Non è la prima volta che accadono episodi simili. Già qualche tempo fa l’area era stata oggetto di furti sia di materiali che di attrezzature, in questi giorni la devastazione della casetta. Certo la sfida è ardua: immaginare un luogo pubblico usufruibile da tutti senza fili spinati e recinti. Ma questo è il primo significato e l’obiettivo del progetto di costruzione di una nuova piazza pubblica dove le persone si possono incontrare e condividere un bene che appartiene a tutti. Troveremo il sistema di porre rimedio a questo ennesimo atto idiota, perché continuiamo a credere che la migliore sicurezza sia il presidio delle persone che vivono e condividono sul territorio l’esperienza dell’incontro e della reciprocità